4 consigli per ridurre lo stress in cucina

La cucina di un'attività horeca può rappresentare un luogo fonte di stress, poiché il carico di lavoro è frenetico e costante. Per questo è indispensabile saper controllare il proprio stato d'animo e livello di tensione, in modo da lavorare meglio ma soprattutto non arrivare al tanto temuto burnout.

È anche compito del supervisore riuscire a far conciliare il benessere dei propri dipendenti, con il buon lavoro in cucina. In questo articolo ti diamo 4 consigli per ridurre lo stress in cucina, in modo da creare un ambiente più sereno con il proprio team.

1. L' organizzazione di ogni processo nella propria attività horeca

Il primo consiglio per ridurre lo stress è l'organizzazione del lavoro in cucina, infatti è indispensabile che ogni dipendente sappia esattamente quale sia la sua mansione, e in che modo deve essere svolta.

Ma per organizzazione non si intende solamente la suddivisione dei compiti tra il personale, ma anche l’intera gestione di ogni processo dell’attività horeca.

Stabilire il giusto prezzo per ogni piatto ad esempio, con menù chiari e dettagliati, così che i clienti possano avere un’idea di quelli che sono i costi e le pietanze disponibili, è possibile scaricare il file in Excel dal sito di horecago.com per calcolare rapidamente il tuo food cost.

La pulizia dei locali deve essere impeccabile, come la sistemazione dei tavoli. All’interno della cucina invece ogni accessorio deve essere al suo posto, non deve mancare nulla. Solo in questo modo si è pronti a svolgere il servizio, avendo una perfetta organizzazione e tutto sotto controllo.

2. Avere un numero congruo di personale e garantire le giuste pause

All’interno di una cucina le mansioni da svolgere sono molteplici, come esattamente quelle che della sala. Ma per lavorare in cucina senza stress è indispensabile avere un numero congruo di dipendenti, cosicché ognuno possa svolgere il proprio lavoro in autonomia e senza tensione.

Nel caso di carenza di personale invece lo stress potrebbe aumentare in modo esponenziale, poiché il carico di lavoro risulta maggiore rispetto alla forza lavoro.

Lo staff della cucina inoltre deve poter prendersi le giuste pause durante il servizio, in modo da ritrovare le energie e staccare mentalmente dal lavoro e gli impregni.

Se vedete un vostro dipendente troppo stanco, o che ha difficoltà a concentrarsi durante l’orario di lavoro, provate a parlargli per sapere se ha bisogno di aiuto o necessita di qualche momento di riposo.

Solo dando valore all’aspetto umano si può costruire un team coeso e performante per svolgere al meglio il proprio lavoro in cucina.

3. Migliorare i ritmi di lavoro del personale e gli ambienti

Uno dei modi più efficaci per migliorare il lavoro è quello di gestire i ritmi di lavoro, infatti non è solo importante che il proprio personale faccia sufficienti pause, ma che i turni siano suddivisi in modo equo.

Il lavoro in cucina può rivelarsi un’attività molto stressante, si lavora la sera o all’ora di pranzo, nel weekend e festività incluse. Si tratta di un aspetto fondamentale, quello di creare dei ritmi di lavoro flessibili e adatti a ogni dipendente.

Inoltre è buona regola migliorare gli ambienti di lavoro, la cucina in questo caso è il luogo in cui il proprio team trascorre gran parte della giornata. Dunque è importante che l’atmosfera sia positiva e non tesa, ogni accessorio e attrezzo da lavoro deve avere una sua collocazione, e ogni dipendente deve avere il suo spazio per poter svolgere la propria mansione.

4. Organizzare delle attività di team building con il proprio team

Lavorare all’interno di una cucina vuol dire trascorrere gran parte della propria giornata con un team di lavoro a stretto contatto.

Per questa ragione si consiglia di creare delle attività di team building per consolidare e migliorare i rapporti umani all’interno del proprio staff.

Queste attività hanno lo scopo di scaricare la tensione, e vedere i propri collaboratori e colleghi come una componente indispensabile per il lavoro. Ognuno svolge il proprio compito ma con l’obiettivo comune.

Le attività di team building permettono inoltre di creare un ambiente di lavoro più positivo e stimolante, creando solide unioni tra i membri del proprio team. E se si vanta uno staff coeso il proprio business avrà una direzione decisamente migliore.

Conclusioni finali per ridurre lo stress in cucina

In conclusione si può affermare che per ridurre lo stress in cucina è importante prestare molta attenzione al benessere del personale e alla cura degli ambienti.

Il luogo di lavoro diventa per i propri collaboratori una seconda casa, quindi è bene creare un’atmosfera propositiva e accogliente per ogni membro dello staff.

La propria attività horeca avrà un notevole miglioramento se lo stress da lavoro viene diminuito, in quanto un business riesce a ottenere buoni risultati solo se il team è forte e c’è una buona suddivisione delle mansioni.

Articoli dal blog

Stai Cercando personale per il tuo ristorante o bar? Ecco come scrivere un annuncio che si distingua dagli altri
18 Marzo 2023
Cercare personale per il tuo ristorante o bar può essere un'impresa difficile, soprattutto in un periodo in cui le persone sono caute nell'accettare nuovi lavori. Tuttavia, la scrittura di un annuncio attraente e ben strutturato […]
Come l'Intelligenza Artificiale sta cambiando il mondo della ristorazione
28 Gennaio 2023
L'intelligenza artificiale (IA) è un argomento caldo in questi giorni e si sente sempre più spesso parlare dei suoi vantaggi e delle sue applicazioni in diversi settori. Non sorprende quindi che anche il mondo della […]
4 consigli per rapportarsi con i Millennials che lavorano nelle attività Ho. Re. Ca
25 Marzo 2022
Chi come noi è stato nel settore horeca per decenni, e nel tempo ha assistito a cambiamenti significativi della nuova forza lavoro, oggi deve confrontarsi con personale influenzato dalla tecnologia e connesso H24, la cui […]
Come posso aiutarti?